Indice


STORIA e WARGAME

Regolamenti
E-Mail Bibliografia
Ultime Modifiche Link


BATTAGLIE BIBLICHE per H.o.T.T..


INDICE

Genesi SIDDIMElamitiCananei
DANCananeiElamiti
Giosuè GABAONIsraelitiAmorrei
Giudici CHISONIsraelitiCananei
GHIBEAIsraelitiBeniamiti
HARODIsraelitiMadianiti
Cronache MICMASIsraelitiFilistei
ELAIsraelitiFilistei
RABBAIsraelitiAmmoniti
HELAMIsraelitiAramei
ZEMARAIMGiudeiIsraeliti
RAMOT GALAADArameiIsraeliti
ALTAKUTopiAssiri


 

SIDDIM (La Bibbia - Genesi)

Il primo conflitto narrato dalla Bibbia è in Genesi, nell'epoca in cui Abramo vive semi-nomade nel territorio delle piccola città-stato cananee, soggette nominalmente al re (mélèkh) di Elam.
Dopo dodici anni di sottomissione alcune città si ribellano (tredicesimo anno) rendendo necessaria una spedizione di Chedorlaomer re di Elam, al quale si mantengono fedeli alcuni sovrani cananei: Amrafel re Sinar (nella Mesopotamia meridionale), Arioc re di Ellasar e Tidal re di Goim.
I ribelli attendono gli avversari nel bassopiano di Siddim (Valle dei Campi), presso il Mar Morto. Sono Bera re di Sodoma, Birsa re di Gomorra, Sinab re di Adma, Senaber re di Zeboiim ed il re di Bela.
Chedorlaomer si avvicina e sconfigge i Refaim ai corni di Asterot, gli Zuzim a Ham (odierno Wadi-Ham), gli Emim nella pianura di Chiriataim, gli Orei (forse Urriti) al monte di Ser e ad El-Paran e gli Amalechiti di Azazon-Tamar a En-Mispat. I popoli sconfitti ed i diversi campi di battaglia (pianure, monti, valli) servono ad indicare la potenza di Chedorlaomer.
Gli elamiti sconfiggono i cinque re ribelli nel bassopiano di Siddim. I re di Sodoma e di Gomorra muoiono precipitando in uno dei pozzi di bitume che si trovano nella vallata mentre gli altri re fuggono sulle montagne.
I vincitori saccheggiano Sodoma, Gomorra ed i dintorni, portando via tra i prigionieri anche Lot, nipote di Abramo.

Elamiti

(12 elementi):

1 Kn e generale (Chedorlaomer re di Elam, su carro), 3 Bd (re di Sinar, Ellasar e Goim), 6 Wb (Elamiti e Cananei), 2 Sh (fionde).

Cananei

(12 elementi):

Strongold (Sodoma), 1 Bd e generale (Bera re di Sodoma), 4 Bd (re di Gomorra, Adma, Zeboiim e Bela), 4 Ax (Cananei), 2 Sh (fionde).



 

DAN (La Bibbia - Genesi)

Per salvare la nipote Lot, Abramo raduna i suoi 318 schiavi, si unisce agli amorrei Aner, Escol e Mamre, raggiunge Chedorlaomer re di Elam a Dan, lo sorprende e lo sconfigge, recupera il bottino e libera i prigionieri, compresa Lot. Gli sconfitti sono inseguiti fino ad Oba, a nord di Damasco.
Il bottino è consegnato a Melchisedec re di Salem.

Cananei

(10 elementi):

Strongold (Salem), 1 He e generale (Abramo & schiavi), 1 God (Jahvè), 3 Bd (Aner, Escol e Mamre), 3 Ax (Cananei), 2 Sh (fionde).

Elamiti

(12 elementi):

1 Bd e generale (Chedorlaomer re di Elam), 4 Bd (re di Gomorra, Adma, Zeboiim e Bela), 6 Wb (Elamiti e Cananei), 2 Sh (fionde).



 

GABAON, XV sec. a.C. (La Bibbia - Giosuè)

Dopo la fuga dall'Egitto, Giosuè guida gli Israeliti alla conquista della Terra Promessa (1473 a.C.).
Gerico cade grazie al "L'Arca del Patto", che ne fa crollare le mura, la città di Ai è presa con un trucco e la città di Gabaon si sottomette volontariamente, attirando la vendetta di una coalizione di cinque re amorrei (una tribù Cananea) : Adomi-Zedec re di Gerusalemme, Oam re di Ebron, Piram re di Iarmut, Iaifa re di Lachis e Debir re di Eglon.
Gli Israeliti guidati da Giosuè e gli Israeliti, con una marcia notturna, accorrono in difesa della città minacciata e sorprendono gli Amorrei sconfiggendoli. I fuggitivi sono colpiti da una pioggia di pietre inviata dal dio israelita Jahvè, subendo una strage.
Per poter inseguire ed annientare i nemici sconfitti Giusuè esclama "Sole resta immoto su Gabaon !" e Jahvè compie anche questo prodigio. Gli Amorrei sono inseguiti fino alle loro città. I cinque Re, nascostisi in una caverna, sono trovati, giustiziati e seppelliti nella stessa caverna.

Israeliti

(10 elementi):

Strongold (Gabaon), 1 He e generale (Giosuè), 1 God (Jahvè), 2 Bd, 2 Sp, 2 Wb, 2 Sh (fionde).

Amorrei

(12 elementi):

1 Bd e generale (Adomi-Zedec Re di Gerusalemme), 4 Bd (re di Ebron, Iaumut, Lachis e Eglon), 2 Sp, 3 Wb, 2 Sh.


 

CHISON, XII-XI sec. a.C. (La Bibbia - Giudici)


Jahvè punisce gli Israeliti, che adorano false divinità dei popoli vicini, facendoli da questi sottomettere, poi affida ai Giudici il compito di liberarli e dimostrare così la propria potenza.
Il giudice Otniel uccide in battaglia Cusan-Risataim re di Siria. Il giudice Eud assassina Eglon re di Moab, che viene sottomessa. Il giudice Samgar sconfigge i Filistei.

Gli Israeliti sono poi sottomessi da Iabin re cananita di Hazor, il cui forte esercito guidato da Sisera dispone di 900 carri muniti di falci di ferro.
La rivolta israelita è guidata dalla sacerdotessa e giudice Debora, che nomina Barac capo delle truppe. In breve i rivoltosi dispongono di 10.000 combattenti delle tribù di Zabulon, Neftali, Efraim, Beniamino (abili frombolieri), Machir e Issacar.
Sisera con i 900 carri e numerosi fanti muove per reprimere gli insorti ma giunto presso il torrente Chison è attaccato di sorpresa da Barac, che ha voluto essere accompagnato da Debora. Gli Israeliti scendono da una collina e disordinano i Cananei, inoltre un improvviso temporale fa straripare il Chison e trasforma il terreno in un pantano dove i carri non riescono a manovrare. I Cananei, non potendo reagire adeguatamente all'attacco, si danno alla fuga, a lungo inseguiti dai vincitori che ne fanno strage.
Sisera è costretto a fuggire a piedi e trova rifugio nella tenda di Iael ma viene da lei ucciso nel sonno con un piolo della tenda.
Le due donne sono celebrate come eroine e il poema che celebra la battaglia è una delle più antiche opere poetiche ebraiche.

Israeliti

(10 elementi):

Strongold (campo), 1 Bd e generale (Barak), 1 God (Jahvè), 1 Ch (Debora), 1 Sk (Iael), 2 Sp, 2 Wb, 2 Sh (fionde).

Cananei

(12 elementi):

1 Kn e generale (Sisera su carro), 5 Kn (carri falcati), 2 Bd, 2 Sp, 2 Sh.


 

HAROD, XII-XI sec. a.C. (La Bibbia - Giudici)


Per sette anni gli Arabi Madianiti con Amalechiti ed altri orientali effettuano scorrerie ai danni delle tribù Israelite finché Gedeone, visitato da un angelo di Javhè, distrugge l'altare di Baal elevato ad Ofra, è soprannominato "Ierubbaal" (cioè "Si difenda Baal") e raduna uomini per contrastare i Madianiti.
Gli incursori sono accampati sotto il colle di More con numerosi cammelli, ammontano a 135.000 guerrieri guidati dai re Zeba, Zalmunna e dai principi Oreb e Zeeb.
Gedeone raccoglie ai pozzi di Harod 1.000 abi-Ezer (della tribù di Manasse) ed altri 31.000 uomini delle tribù di Manasse, Aser, Zabulon e Neftali. Questi sono ridotti a 10.000 rinviando a casa i pavidi, poi a 300 coraggiosi a ciascuno dei quali Gedeone consegna un corno, una torcia ed un otre.
La notte Gedeone ed i 300 coraggiosi si dividono in tre colonne e si avvicinano di nascosto al campo nemico, con le torce nascoste negli otri per non farsi scorgere dalle sentinelle. Giunte presso il campo rompono gli otri, alzano le torce, suonano i corni ed urlano "Gedeone e Jahvè !".
L'effetto è il panico totale dei Madianiti che si danno alla fuga disperdendosi.
I giorni successivi tutti gli Israeliti raccolti da Gedeone, ai quali si uniscono anche uomini della tribù di Efraim, inseguono gli invasori fino altre il Giordano facendone strage. I caduti sono più di 120.000, compresi i due re ed i due principi. I vincitori ottengono come preda cammelli, vesti, le insegne dei re a forma di luna e 1.700 sicli di orecchini d'oro che i Madianiti portavano al naso (pari a 310 milioni di lire).
Gedeone rifiuta il titolo di re ma ottiene gli orecchini con i quali commissiona un efod, una veste sacerdotale.

Israeliti

(10 elementi):

1 Ch e generale (Gedeone "Ierubbaal"), 1 God (Jahvè), 1 Sk (300 coraggiosi), 2 Sp, 3 Wb, 2 Sh (fionde).

Madianiti

(20 elementi):

Strongold (campo), 1 Re e generale (Zeba su cammello), 3 Re (Zalmunna, Oreb e Zeeb su cammelli), 16 Ho.


 

GHIBEA, XII sec. a.C. (La Bibbia - Giudici)


La tribù di Beniamino rifiuta di giudicare alcuni cittadini di Ghibea che hanno violentano a morte la concubina di un sacerdote levita.
Le altre tribù radunano 400.000 guerrieri a Betel, compreso il Sommo Sacerdote Fineas con l'"Arca del Patto", giurano di non dare le proprie figlie come spose ai Beniamiti e muovono contro Ghibea.
La città, il cui nome significa "colle" (infatti è su un colle), è difesa da 700 cittadini ai quali si uniscono 26.000 guerrieri della tribù di Beniamino, compresi 700 abili frombolieri "ambidestri" (sanno tirare con entrambe le mani).
Gli Israeliti assaltano la città con in testa la tribù di Giuda, ma i Beniamiti rispondono con una sortita causando loro 22.000 caduti. Le cose si ripetono al secondo assalto, con 18.000 caduti Israeliti.
Il terzo assalto è preceduto da digiuni, offerte e sacrifici al dio Jahvè. I Beniamiti escono incontro agli attaccanti, causano loro 30 caduti e li incalzano allontanandosi da Ghibea, ma giunti presso Baal-Tamar sono assaliti da altri Israelti che li attendevano nascosti. La ritirata era infatti un'esca. Altri 10.000 Israeliti erano invece nascosti presso Ghibea e possono così assaltare la città, che prendono ed incendiano.
La tribù di Beniamino lascia 18.000 caduti, tenta di ripiegare ma perde altri 5.000 guerrieri, quindi va in rotta subendo la perdita di altri 2.000 uomini.
Solo 600 Beniamiti riescono a salvarsi verso est, resistendo sulla rupe di Rimmon per quattro mesi.
I vincitori sterminano la tribù di Beniamino, ne devastano le terre e le città, ma poi, non volendo eliminare completamente una delle Dodici Tribù, rapiscono 400 vergini della tribù di Iabes-Gallad (l'unica assente al giuramento e alla battaglia) e le sposano ai superstiti della rupe di Rimmon, dando loro il permesso di rapire altre ragazze alla festa annuale di Silo.

Israeliti

(11 elementi):

1 Art e generale (Sommo Sacerdote Fineas con "L'Arca del Patto"), 1 God (Jahvè), 3 Sp, 3 Wb, 2 Sh (fionde), 1 Lk.

Beniamiti

(12 elementi):

Strongold (Ghibea),1 Bd e generale (cittadini di Ghibea), 2 Sp, 5 Wb, 2 Sh (fionde).


 

MICMAS, XI sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


Gli Israeliti chiedono al giudice e profeta Samuele di nominare un re, e questi sceglie e unge Saul, della tribù di Beniamino (verso il 1030 a.C.) .
Dopo una prima vittoria sugli Ammoniti che assediavano Iabes, si sente abbastanza forte da sfidare i Filistei, "Popolo del Mare" che risiede sulla costa e che tenta di controllare la produzione del ferro.
Saul raduna 2.000 volontari a Micmas, mentre suo figlio Gionata con altri 1.000 uomini assale e sconfigge la guarnigione filistea di Gabaa, atto iniziale della guerra.
I Filistei giungono con 3.000 carri e 6.000 cavalli, cacciano Saul da Gabaa a Micmas e disperdono gran parte degli Israeliti. Saul resta con 600 seguaci ma non demorde, e si accampa dietro una zona di terreno roccioso, mentre i Filistei si limitano ad effettuare scorrerie, nell'attesa che anche gli ultimi Israeliti si disperdano.
Un giorno Gionata ed il suo scudiero sorprendono e sbaragliano il gruppo di Filistei che sono di guardia al passo di Micmas e poco dopo la zona è colpita da una scossa di terremoto. Questi fatti gettano il panico tra i Filistei, che credevano gli avversari sconfitti, e le truppe israelite mercenarie da loro arruolate si ribellano. Saul, senza attendere il parere del giudice Samuele, attacca gli avversari, li sconfigge e ne fa strage, inseguendoli fino a Aialon.
All'inseguimento partecipano anche gli Israeliti già dispersi ed i vincitori raccolgono un ricco bottino in bestiame.
La manovra per sorprendere la guarnigione del passo di Micmas è stata studiata e ripetuta da un ufficiale inglese contro i Turchi durante la prima guerra mondiale.

Israeliti

(9 elementi):

1 Bd e generale (Saul), 1 God (Jahvè), 1 Ch (Samuele), 1 He (Gionata e scudiero), 1 Sp, 2 Wb, 2 Sh (fionde).

Filistei

(12 elementi):

1 Kn e generale, 2 Kn (carri), 4 Re, 1 Bd, 2 Sp, 2 Sh.


 

ELA, XI sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


I Filistei invadono Israele e pongono il campo sul colle di Efes-Dammim mentre gli Israeliti, giunti ad affrontarli, dispongono il loro sopra il colle di Ela. Tra i due colli si trova il bassopiano di Ela dove gli eserciti scendono a scontrarsi.
Dalle file filistee un uomo sfida gli Israeliti a duello schernendoli.
E' alto 6 cubiti e una spanna (circa 3 metri) ed è armato con un elmo di rame, una cotta di maglia a scaglie sovrapposte, dal peso di 5.000 sicli (circa 60 chili), gli schinieri di rame, un giavellotto ed una lancia la cui lama di ferro pesa 600 sicli (circa 7 chili).
Si chiama Golia da Gat ed ha con sť un uomo che ha il solo incarico di reggergli il grande scudo.
La sua sfida non viene accolta, benché egli la ripresenti per quaranta giorni ed il Re israelita Saul (già a Micmas) prometta l'esenzione dalle tasse e la mano della figlia Merab a chi lo abbatterà.
Il giovane Davide è stato lasciato a guardia delle greggi ma giunge al campo israelita per portare da mangiare ai suoi fratelli e scende nella vallata per assicurarsi che stiano bene.
Sentita la sfida ne rimane offeso ed è condotto davanti al Re che vorrebbe dissuaderlo dall'accettarla, ma egli lo convince dicendo di aver già ucciso un leone e un orso confidando in Jahvè. Re Saul lo riveste delle sue armi, un elmo di rame, una cotta di maglia ed una spada, ma Davide, privo di addestramento, le toglie preferendo il suo bastone e la sua fionda, sceglie cinque pietre dal greto del torrente e avanza verso il gigantesco filisteo.
Golia da Gat deride il piccolo ed inerme sfidante ma vedendolo deciso gli va incontro per abbatterlo.
Il primo sasso lanciato da Davide con la fionda colpisce con forza e precisione la fonte di Golia abbattendolo inerme al suolo. Quindi Davide toglie la spada al suo avversario e lo decapita.
I Filistei, sgomenti, si danno alla fuga subito inseguiti dagli esultanti Israeliti che ne fanno strage.

Israeliti

(10 elementi):

Strongold (campo), 1 Bd e generale (re Saul), 1 God (Jahvè), 1 He (Davide), 1 Bd, 2 Sp, 2 Wb, 2 Sh (fionde).

Filistei

(11 elementi):

1 Bd e generale (Re dei Filistei), Bh (Golia da Gat), 2 Bd, 3 Sp, 2 Wb, 2 Sh.


 

RABBA, X sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


Salito al trono, Davide sottomette i Filistei, i Moabiti, gli Aramei di Siria e gli Edomiti portando i confini del regno dall'Eufrate al mar Rosso.
Alla morte di Naas re di Ammon, Davide invia degli ambasciatori al figlio e successore Annun ma questi li crede spie, rade loro metà barba, taglia le loro vesti e li caccia dal suo regno.
La sua capitale Rabba viene assediata dall'esercito Israelita guidato da Gioab, quindi per 1.000 talenti ingaggia 2.000 carri, numerosi cavalieri e fanti Aramei e della Mesopotamia.
Gioab con parte dell'esercito fronteggia gli Aramei dalla parte della campagna ed affida il compito di fronteggiare la sortita degli Ammoniti al suo eroico fratello Abisai, che in una battaglia precedente ha abbattuto da solo 300 avversari.
L'attacco contro gli Aramei provoca la loro fuga e visto ciò anche gli Ammoniti ripiegano in città. L'assedio continua.

Israeliti

(9 elementi):

1 He e generale (Gioab), 1 God (Jahvè), 1 He (Abisai), 4 Sp, 2 Sh (arcieri).

Ammoniti

(12 elementi):

Strongold (Ammon), 1 Bd e generale (Annun re di Ammon), 2 Kn (Aramei su carro), 2 Re, 1 Bd, 2 Sp, 4 Sh.


 

HELAM, X sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


Adadezer re arameo di Zoba intende riscattare la sconfitta di Rabba ed invia in soccorso della città Sobac con un nuovo esercito che comprende il re arameo Ret-Reob con 20.000 uomini, il re di Maaca con 1.000 uomini, Istob con 12.000 uomini di Tob ed un contingente arruolato in Mesopotamia.
Davide interviene di persona con la propria guardia del corpo mercenaria composta di Cheretei e di Peletei (forse Filistei) guidata da Benaia, raduna gli Israeliti e sconfigge gli Aramei a Helam, abbattendo 7.000 guidatori di carri (oppure 700), 40.000 cavalieri e lo stesso comandante Sobac.
Adadezer accetta la pace abbadonando Rabba. Gioab toglie alla città assediata l'acqua e Davide la costringe alla resa, ottiene un ricco bottino che comprende la corona d'oro e pietre preziose del dio Moloc (pesa 34 Kg), sottomette le altre città di Ammon ed invia gli abitanti ai lavori forzati.

Israeliti

(9 elementi):

1 He e generale (Davide), 1 God (Jahvè), 1 He (Benaia con Cheretei e Peletei), 4 Sp, 2 Sh (arcieri).

Aramei

(12 elementi):

Strongold (Rabba), 1 Kn e generale (Sobac su carro), 2 Kn (carri), 2 Re, 1 Bd, 2 Sp, 4 Sh.


 

ZEMARAIM, X sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


Nel 998 a.C. il vasto e ricco regno di Salmonone (figlio di Davide) si spezza in due.
Le due tribù del sud formano il regno di Giudea con capitale Gerusalemme, seguono l'antico culto di Jahvè ed hanno per re Roboamo.
Le dieci tribù del nord formano il regno di Israele con capitale Sichem, hanno per re Geroboamo I e seguono il culto del dio-vitello.
Arbia re di Giudea (figlio di Roboamo) con 400.000 uomini affronta l'invasione di Geroboamo re di Israele, che dispone di 800.000 uomini, parte dei quali sono inviati alle spalle degli avversari.
Arbia non confida nel numero o nei trucchi, ma in Jahvè, si schiera su un colle, rinfaccia agli Israeliti si aver abbandonato la vera fede, fa suonare le trombe ai sacerdoti ed i suoi lanciano l'assalto urlando il loro grido di guerra.
I Giudei, pur dovendo combattere su due fronti, ne escono vincitori, inseguono gli sconfitti causando loro 500.000 caduti, prendono e saccheggiano le città di Iesana, Erain e Betel, la seconda città religiosa del regno d'Israele.

Giudei

(10 elementi):

1 He e generale (Arbia re di Giuda), 1 God (Jahvè), 2 Bd, 4 Sp, 2 Sh (arcieri).

Israeliti

(12 elementi):

Strongold (Betel), 1 Bd e generale (Geroboamo I re di Israele), 3 Sp, 16 Ho.


 

RAMOT GALAAD, 920 a.C. (La Bibbia - Cronache)


Acab re di Israele si allea a Giosafat re di Giuda (figlio di Arbia) per togliere la città di Ramot Galaad a Ben-Adad II re degli Aramei di Siria.
Giosafat porta con sé Adna (comandante di 300.000), Ieoanan (comandante di 250.000), Amasia (comandante di 200.000), Eliada (comandante di 200.000) alla testa delle truppe della tribù di Beniamino armati di arco e piccolo scudo, e Iozabad (comandante di 180.000).
Acab imprigiona Micaia, l'unico profeta su 400 che predice la sua sconfitta e morte, e scende in battaglia travestito per evitare che gli attacchi si concentrino su di lui.
Infatti Ben-Adad ordina ai suoi 32 governatori, che combattono sui carri, di convergere su Acab, questi scambiano Giosafat per il re di Israele e lo inseguono. Solo l'intervento di Jahvè svia gli inseguitori salvando il re di Giudea.
Frattanto un arciere arameo tirando nella mischia colpisce casualmente Acab tra le giunture della cotta di maglia. I suoi aurighi lo tengono ritto sul carro per non far vedere che è ferito ed evitare la fuga degli Israeliti. Al tramonto il re, oramai dissanguato, muore e gli Israeliti devono ritirarsi lasciando Ramot Galaad ancora in mano agli Aramei.

Aramei

(12 elementi):

Strongold (Ramot Galaad), 1 Kn e generale (Ben-Adad II re degli Aramei su carro), 3 Kn (32 governatori su carri), 2 Bd, 2 Sp, 2 Wb, 2 Sh.

Israeliti

(11 elementi):

1 Kn e generale (Acab re di Israele su carro), 1 Kn (Giosafat re di Giuda su carro), 1 God (Jahvè), 2 Bd, 4 Sp, 2 Sh (arcieri).


 

ALTAKU, VIII sec. a.C. (La Bibbia - Cronache)


Nel 732 a.C. Sennacherib re d'Assiria invade il regno di Israele ribelle, sottomette 46 città, deporta 200.150 uomini e sconfigge presso Altaku Taharqa re d'Egitto (della dinastia Etiope) giunto in soccorso agli Israeliti.
Per evitare l'assalto a Gerusalemme, Ezechia re di Giuda deve pagare un tributo di 30 talenti d'oro e 300 d'argento (pari a circa 20 miliardi di lire attuali).
Sennacherib avanza verso l'Egitto e l'assalto è solo rinviato, quindi Ezechia rafforza le mura, raccoglie armi, chiude i pozzi e le sorgenti dei dintorni e fa costruire un acquedotto lungo 533 metri i cui resti sono tuttora visibili.
Tuttavia i suoi sforzi si rivelano superflui in quanto Jahvè invia l'Angelo della Morte che in una notte abbatte 185.000 soldati assiri, costringendo Sennacherib a rientrare velocemente a Ninive.
Secondo gli Egiziani ed Erodoto invece, la moria è dovuta all'assalto di migliaia e migliaia di topi.
Il "Prisma di Sennacherib", conservato a Chicago, descrive la campagna, eleva il tributo di altri 500 talenti d'argento accompagnati da gioielli ed ostaggi della famiglia reale, ma non menziona l'eccidio.

Topi

(21 elementi):

1 Ho (topi e generale), 1 God (Jahvè), 19 Ho (topi).

Assiri

(12 elementi):

Strongold (campo), 1 Kn e generale (Sennacherib su carro), 3 Kn (carri pesanti), 2 Re (carri leggeri), 2 Sp (lanceri), 2 Sh (arcieri), 2 Wb (ausiliari).



Indice Regolamenti Bibliografia Inizio Pagina